Archlinux, Trainspotting e le altre Distro « UIELinux

Non mi capita spesso di fare questo genere di post, ma quando vengono scritti articoli così, è un peccato che vengano letti solo da una piccola parte di Linux Users.

Su Linux Feed il livello dei post è medio-basso (e anche io mi metto in questa categoria), mentre blogger di questo calibro rimangono fuori da questa comunità. Scelta giusta o sbagliata che sia, sono convinto che voi tutti lettori di questo blog e di Linux Feed dobbiate leggerlo.

Archlinux, Trainspotting e le altre Distro « UIELinux

2 responses to “Archlinux, Trainspotting e le altre Distro « UIELinux”

  1. red/ says :

    Riguardo questo articolo che hai segnalato nello specifico concordo con uno dei commenti di un utente che sostiene che non tutte le persone vogliono o possono (almeno nel breve e medio periodo – commento mio!) dedicare tutto il tempo necessario a stare dietro a una distro non userfriendly. Io sono passato a linux da un anno faticando ad imparare tante cose che nemmeno sapevo esistessero, per fare un esempio banale fra i tanti: che c’è più di un tipo di file system per i pc…
    Ho avuto ripetute occasioni in cui ho dovuto reinstallare ubuntu, a volte per errori miei ed altre volte ho capito che era dovuto all’ avere messo ext4 come file system su quel pc. Ci tengo a sottolineare che anche un anno dopo (con due rilasci di ubuntu successivi al primo che installai: la 9.04 ) ho riprovato su quel pc a rimettere ext4 anzichè ext3, perchè avevo letto che lo avevano ritoccato, ma si impallava comunque. Adesso voglio stare sereno e continuo con ext3.
    Puoi immaginare il tempo perso ogni volta a reinstallare, anche perchè al mio livello non conosco quali possibilità si possono tentare per tornare a fare funzionare il sistema operativo sul pc senza eventualmente reinstallare.

    Sto parlando dei problemi di essere al livello di un pivello dell’ informatica. ^^
    Negli anni precedenti mi ero accontentato di fare 4 cose in croce con windows xp, e adesso mi sono messo in testa, nel lungo periodo però, di capire alcune cose che prima non mi ero mai nemmeno mai posto di fare con windows, ma che ritengo si sia anche costretti ad apprendere con linux; dico costretti perchè basta andare sul forum di ubuntu e vedere quante persone cercano un aiuto semplicemente per fare funzionare il sistema operativo appena installato sul proprio pc che spesso ha bisogno di aggiustamenti per farlo andare e ho notato che ce n’è di persone che come me si sono trovate in questo paradosso: “ Ho appena installato ubuntu, mi muovo in un ambiente nuovo in cui devo familiarizzare, ma perchè ubuntu funzioni devo già saperci mettere le mani per sistemare quelle cosucce che non lo fanno andare liscio come dovrebbe”.
    Concordo nel significato generale con l’ articolo: “È tempo di rivedere i piani per il rilascio?” a pagina 23 nel numero 32 di full circle in italiano
    http://www.ubuntu-it.org/index.php?mact=News,cntnt01,detail,0&cntnt01articleid=290&cntnt01origid=104&cntnt01returnid=32
    Non mi illudo tuttavia che possa accadere, visto che mi sembra di capire che la Canonical necessiti di far parlare di sé e ogni 6 mesi è meglio rispetto agli 8 mesi che si avrebbero se ad esempio dovesse fare tre rilasci in un biennio piuttosto che i quattro attuali.
    Mi rendo conto che per diventare un bravo utente di linux in una delle sue distro più userfriendly ci metterò ancora qualche anno, nel senso che è un discreto investimento di tempo e che dopo la prima tranche di apprendimento forzato per essere in grado di “sopravvivere” il resto lo dovrò diluire nel tempo per non sacrificare altri interessi, ecc. e per non stomacarmi di troppa roba letta tutta di un fiato.
    Sto salvando pagine e pagine su cui copio/incollo i link di articoli: alcuni letti e che possono tornarmi utili, altri letti ma non capiti fino in fondo e non in grado di applicarne indenne tutti i passaggi, altri ancora che mi prefiggo quando potrò di leggere nel tempo, intanto li salvo per non perderli. Di buono c’ è che sto smettendo di vedere la televisione😉 altrimenti quando la guarderò mai sta roba!

    Una seconda questione su cui mi vorrei esprimere è il livello medio-basso dei post su Linux Feed di cui tu parli.
    Ora personalmente ho deciso di servirmi di Linux Feed proprio perchè per semplicità mi basta collegarmi a questo unico sito per avere una varietà di notizie, però è proprio vero che se uno è interessato più all’ apprendimento che al futile deve scansare i tanti post sui set di icone carine disponibili per ubuntu, i commenti “nemmeno tanto tecnici” di taluni blogger sulle ultime novità, e altre amenità che secondo me appiattiscono il livello di Linux Feed… In più alcuni post magari anche potenzialmente interessanti sono così scarni nel contenuto (e talvolta anche nelle immagini fornite che aiuterebbero a mettere a fuoco meglio ciò di cui si parla) che ti obbligano comunque ad andarti a cercare ulteriori informazioni in merito, perchè leggendoli non si riesce a farsi una opinione compiuta di ciò che viene presentato.
    Il punto, a mio avviso, è che bisogna credere nel tipo di informazione che si fa, ma anche nel bacino di utenti che frequenta Linux Feed. E considerare – e alcuni dei blogger che scrivono su Linux Feed per la verità lo fanno con articoli all’ altezza – che ci sono persone che vogliono imparare e cercano materiale in merito.
    Qui però non mi sento di mettermi nella testa degli altri e di provare a parlare per loro, nel senso che piuttosto bisognerebbe chiederglielo: “Che tipo di articoli vorresti trovare in Linux Feed? Che aspettative hai?”.

    Come ti scrivevo pochi mesi fa in un commento su uno dei tuoi articoli su “mamma Debian” io sono rivolto all’ apprendimento, al cercare di capire il perchè si fa una cosa, perchè si usano determinate prassi, comandi scritti con una certa “sintassi” ad esempio per installare un programma. Piuttosto che continuare a eseguire senza rendermene conto i passaggi suggeriti per arrivare alla meta, accontentandomi di scimmiottarli.
    P.S. Quel signor post che mi avevi promesso tempo fa in risposta alle considerazioni che ti avevo scritto proprio su questo ultimo argomento,
    vedi: http://siduxbox.wordpress.com/2010/02/21/dai-ragazzi-fatevi-avanti/
    se ancora senti il fervore per scriverlo, io sono ancora qui che sbavo nell’ attesa di vederlo pubblicato. 😀 😀😀

    Ciao, saluti, red/

  2. AnonimoConiglio says :

    Ciao! ti ringrazio tantissimo per aver segnalato questo articolo, che a suo tempo mi ci è voluto tanto per scrivere.🙂

    Volevo solo dirti che ora l’autore di quel post – ossia il sottoscritto, ovvero io – scrive altrove. Si è trasferito sul blog del Coniglio, a cui dona tutti i suoi scritti.

    http://anonimoconiglio.blogspot.com/

    Stavo pensando di fare un blogrolll, di sicuro il tuo blog verrà inserito.🙂 Saluti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: